Pasticceria

Farine speciali in pasticceria

Scritto da  | 
Alimentazione e comunicazione, due parole che sono sempre più interconnesse tra loro grazie ad un deciso cambiamento culturale degli ultimi anni e ad una maggior richiesta di chiarezza e corretta informazione. Al centro della comunicazione il cibo, che si sta trasformando in un catalizzatore per l’economia, lo sviluppo del territorio e l’ambiente.
A fare da traino in questo percorso c’è sempre lui, il consumatore, sempre più attento, informato e di conseguenza esigente. Grazie o a causa sua, i nuovi modelli di consumo stanno cambiando e le aziende devono essere in grado di soddisfare ogni necessità, devono poter far salire il valore del percepito dei propri prodotti e appagare così il cliente consapevole.
Questa rivoluzione insomma sta cambiando anche il modo di lavorare di molti artigiani e il loro approccio verso il mercato.
Anche nel campo della pasticceria si assiste a questo cambiamento, in particolare nelle farine, che sono l’ingrediente che più si sta diversificando; così, accanto alle farine 0 e 00, c’è una vasta gamma di farine speciali che stanno facendo capolino in laboratorio e nella lista degli ingredienti di pasticceria.

I dati messi a disposizione dal Cerved mostrano infatti un forte aumento della richiesta di miscele particolari: farine multicereali, integrali o a Km0, a fronte di una flessione delle farine convenzionali. Se il grosso del mercato resta di pertinenza delle farine classiche, è evidente anche un grande interesse verso prodotti che consentano da un lato di diversificare la propria offerta, dall’altro di qualificarla in termini di gusto, valore nutrizionale e qualità percepita dal cliente.

Prec1 di 4Succ
Usa i tasti ← → per continuare la lettura

Vuoi rimanere sempre aggiornato sulle novità in pasticceria? Iscriviti alla nostra newsletter.








Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.