Gelateria

Gelato su stecco: dal “pinguino” a BE-STick

Scritto da  | 

La storia dei gelati su stecco è ricca di sfumature e di leggende. Si raccontano infatti diverse storie su chi abbia inventato il famoso “pinguino” gelato: c’è chi dice che sia nato negli Stati Uniti intorno al 1923 per opera di un danese immigrato che possedeva un negozio di dolciumi e che, di fronte all’indecisione di un bambino tra gelato alla vaniglia e una barretta di cioccolato, decise di unire le due cose; chi invece gli dà origini italiane, e qui la nascita se la contendono la Liguria e il Piemonte, e in particolare la città di Nervi, con l’antica gelateria Giumin, e Torino, con la gelateria Pepino, tuttora in attività.

Qualunque sia l’origine, è chiaro che all’inizio il gelato su stecco era composto da gelato vaniglia ricoperto da cioccolato croccante, che ricordava appunto un pinguino. Ma cosa ha decretato il successo del gelato su stecco, tanto da essere ancora oggi un grande classico immancabile sia negli esercizi artigianali che industriali? Oltre alla bontà, indiscussa e indiscutibile, c’è di sicuro la praticità. Il gelato su stecco è chiamato anche, familiarmente, “passeggino”, e il riferimento è ovvio: è la comodità del consumo al di fuori del locale, durante una passeggiata di piacere. Proprio per questo è fondamentale arricchire le vetrine con i gelati su stecco per stimolare la vista, aspetto che incide moltissimo sulle scelte dei consumatori, sbizzarrendoci con la grande varietà di gusti (e colori) che oggi abbiamo disposizione.

Perseguendo la propria missione, “produrre ingredienti composti e semilavorati per gli artigiani dolciari e le piccole industrie, dedicandosi con passione alla costante ricerca di soluzioni innovative”, Giuso propone basi dall’altissima qualità ingredientistica, una linea di coperture al cioccolato e un’assoluta novità: le coperture a base di frutta non grasse.

LA BASE

La base BeSTick può essere impiegata agevolmente negli stampi. Il gelato ottenuto risulta stabile, cremoso, morbido ed immediatamente consumabile, sia che la conservazione avvenga nella vetrina orizzontale del gelato sia che sia effettuata nella vetrina verticale dei semifreddi.

COPERTURE AL CIOCCOLATO

Coperture di altissima qualità realizzate con i migliori cioccolati:

  • Choconoble fondente, dal sapore forte, fragrante e aromatico;
  • Choconoble al Latte, dal sapore pieno e ricco;
  • Choconoble Bianco, dal sapore dolce, intenso e persistente.

Tutte queste coperture garantiscono un “effetto spacco” accentuato e gradevole.

COPERTURE ALLA FRUTTA

Novità assoluta sul mercato: amarena, arancia, fragola, lampone e tropical sono i gusti innovativi per vestire lo stecco. I gelati si coprono di nuovo e appaiono freschi e colorati. La varietà cromatica si sposa con le ricette più buone e sane della pasticceria, caratterizzate da solo aromi e coloranti naturali, senza grassi ed emulsionanti e con un’altissima percentuale di frutta.

Il consumatore finale del ventunesimo secolo apprezza la prelibatezza consumabile al passeggio in modo semplice e veloce e il gelato su stecco ne è l’interprete principale. Per valorizzare al meglio questi gelati è indispensabile che le vetrine siano presentate in modo da renderli protagonisti assoluti del locale, giocando con le cromie in maniera sapiente, senza trascurare l’idea finale che una vetrina ottimamente costruita deve dare: l’unione tra il freddo, il gusto, ed i colori.

Vuoi rimanere sempre aggiornato sulle novità? Iscriviti alla nostra newsletter.








Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.